lunedì 28 maggio 2012

il cohousing-percorsi di leggerezza alchemica


IL COHOUSING

stiamo creando la Nuova Terra...



Pensate a una delle scene del film di Ozpetek, "Le fate ignoranti": tutti i condomini riuniti la domenica a pranzare insieme nel grande terrazzo condominiale, condividendo gioie e dolori, in una grande tavolata comune! In Italia il cohousing è in costante aumento, un dato sociale, economico, soprattutto un importante fattore umano…

Per continuare a leggere questo interessantissimo articolo di Valeria Gatti, clicca qui:



tutto è solidale-percorsi di leggerezza alchemica

tutto è solidale



http://www.elenatrezza.com/#!articoli/vstc2=tutto-è-solidale




venerdì 25 maggio 2012

la libellula-percorsi di leggerezza alchemica


liberata energia




libellula... a volte ti fermi nell'aria, tu, senza peso e imponderabile, leggera e aligera...
(raffaele la capria)

E' questo aleggiare silenzioso, 

apparente assenza di meta e desiderio, 

se non quello di Essere, 

nella trasparenza delle sue ali, sospesa

nell'ascolto dell'attimo... 

questa danza

con l'aria e i tenui colori del cielo e dell'erba; 

è questo che auguro a me stessa e ad ognuno: 

l'eleganza di un'esistenza leggera, mobile, piena di grazia:


liberata energia 



lunedì 21 maggio 2012

E' da te che viene la vita-percorsi di leggerezza alchemica




Mai nessun rivale sarà
più tenace di te stesso,
mai nessun nemico sarà
più pericoloso di te stesso.
Vinciti e sarai vincente
crediti e crederai agli altri
amati e amerai.
E' da te che viene la vita.


Roberto Pricoco

venerdì 18 maggio 2012

ecologia universale-percorsi di leggerezza alchemica


ecologia universale





In qualunque posizione ci troviamo, il ruolo di ognuno di noi, qui ed ora, è sicuramente fondamentale. Non conta che compito si svolga; la terra per evolvere ha bisogno di tutte le energie disponibili e di infinite variabili....  in realtà credo che sia lo stesso processo necessario anche a noi come individui: anche noi nell'arco della giornata assumiamo ruoli differenziati, indispensabili per la nostra crescita: io lavoro, mi riposo, sogno, mi arrabbio, canto, medito, mi informo, ordino, studio, interagisco con gli altri ecc.
Quando riusciamo a fare ogni cosa con equilibrio, l'esistenza procede in modo armonico e senza sprechi. Quando ci troviamo in una posizione determinata, quale che essa sia, è perchè in quel momento preciso, considerando le nostre potenzialità e quelle del pianeta, siamo la persona in grado di occuparla al meglio e senza sprechi energetici. Questo non vuol dire non cambiare posizione, ruolo, situazione, ma utilizzare il momento per essere consapevoli della nostra importanza: qualsiasi sia il ruolo che stiamo svolgendo, viviamolo con fierezza e gioia, non da spalla, ma da protagonista! E rendiamo grazie dell'onore che ci è dato nell'assolvere proprio quella responsabilità.

venerdì 11 maggio 2012

mercoledì 9 maggio 2012

ringraziare desidero-percorsi di leggerezza alchemica


PROGETTO: RINGRAZIARE DESIDERO

Questo è uno stralcio della poesia di Jorge Luis Borges e rappresenta un PROGETTO: 

Ringraziare

 Ringraziare, per ogni cosa ci venga in mente, per ogni cosa il cuore senta... è una poesia aperta, come sottolinea Mariangela Gualtieri, alla quale lo stesso Borges invita a partecipare. E così, ai versi di Borges Mariagrazia ha aggiunto alcuni suoi e di altri poeti, Dante compreso. Io vi ho mischiato alcuni miei, e ancora, forse, ne aggiungerò. Così la poesia è diventata un contenitore di celebrazione... e invito te a partecipare al Progetto Ringraziare Desidero! Aggiungi i tuoi versi, il tuo grazie così come ti viene. Partecipa per creare!

video QUI

Ringraziare desidero il divino
per la diversità delle creature
che compongono questo singolare universo,
per la ragione, che non cesserà di sognare
un qualche disegno del labirinto
e l'uccello leggero che vola oltre, più in alto, più su.
Ringraziare desidero per l’amore, 
che ci fa vedere gli altri come li vede la divinità,
per il pane e il sale,
per il mistero della rosa
che prodiga colore e non lo vede.
Ringraziare desidero
per l’arte dell’amicizia,
per l’ultima giornata di Socrate,
per le parole che in un crepuscolo furono dette
da una croce all’altra,
per i fiumi segreti e immemorabili
che convergono in noi,
per il mare, che è un deserto risplendente
e una cifra di cose che non sappiamo
per il prisma di cristallo e il peso di ottone,
per le strisce della tigre,
per l’odore medicinale degli eucaliptus,
e la speranza, la fiducia, la lavanda.
Ringraziare desidero
per il linguaggio, che può simulare la sapienza,
per l’oblio, che annulla o modifica il passato,
per la consuetudine,
che ci ripete e ci conferma come uno specchio,
per il mattino, che ci procura l’illusione di un inizio,
per la notte, le sue tenebre e la sua astronomia,
per il coraggio e la felicità degli altri,
per la patria, sentita nei gelsomini
per lo splendore del fuoco

che nessun umano può guardare senza uno stupore antico
e per il mare che è il più dolce fra tutti gli dei.
Ringraziare desidero perchè
sono tornate le lucciole,
le nuvole disegnano,
le albe spargono brillanti nei prati,
e per noi
per quando siamo  ardenti e leggeri
per quando siamo allegri e grati.
Io ringraziare desidero per la bellezza delle parole, natura astratta di dio
per la lettura e la scrittura,  che ci fanno sfiorare noi stessi e gli altri
per la quiete della casa,
per i bambini che sono nostre divinità domestiche
per l'anima, perchè consola il mio girovagare errante,
per il respiro che è un bene immenso,
per il fatto di avere una sorella.
Io ringraziare desidero
per tutti quelli che sono piccoli liberi e limpidi
per le facce del mondo che sono varie
per quando la notte si dorme abbracciati
per quando siamo attenti e innamorati, 
fragili e confusi,
cercatori indecisi.
Ringrazio dunque
per i nostri maestri immensi
per tutti i baci d'amore,
e per l'amore che ci rende impavidi.
Per i nostri morti 
che fanno della morte un luogo abitato,
e per i nostri vivi, che rendono la vita uno specchio fatato.
Per i figli,
col futuro negli occhi,
perchè su questa terra esiste la musica,
per la mano destra e la mano sinistra, e il loro intimo accordo
per i gatti per i cani esseri fraterni carichi di mistero,
per il silenzio che è la lezione più grande
per il sole, nostro antenato.
Ringraziare desidero
per Whitman e Francesco d’Assisi, che scrissero già questa poesia,
per il fatto che questa poesia è inesauribile
e si confonde con la somma delle creature
e non arriverà mai all’ultimo verso
e cambia secondo gli uomini.
Ringraziare desidero

per i minuti che precedono il sonno,
per il sonno e la morte,
quei due tesori occulti,
per gli intimi doni che non elenco,
per la gran potenza d'antico amor
per amor che muove il sole e l'altre stelle
e muove tutto, in noi....






sabato 5 maggio 2012

Wesak-percorsi di leggerezza alchemica


Wesak 2012






Luna piena.
Esci fuori; prendi un momento...
porta con te un'ampolla d'acqua, deponila alla luce della luna di stanotte e semplicemente.... 
credi.
Credi nella Nuova Terra e nella Nuova Umanità che sta nascendo.
Porta la tua Fiamma Sacra
il tuo Intento
la tua Preghiera.

Lascia che l'acqua si informi delle potenti energie di Luce del Wesak,  celebrato in ogni parte del pianeta nello stesso momento da esseri in cammino come te e sostenuto dalle grandi forze della Maestria Cosmica.
Bevi la tua acqua nei prossimi giorni per consolidare il processo.





Il wesak in Italia si celebra alle 5.30 del 6 maggio


mercoledì 2 maggio 2012

dolcezza-percorsi di leggerezza alchemica


dolcezza...


da un'antica poesia cinese "il fico sulla fortezza"

Ti regalo questa pianta.
Ecco
lei non vede e non sente
ma ti sente,
se tu le accarezzi le foglie,
sente il tuo alito, se le parli.
Lei non sa di essere regalata
non sa cosa significa la parola regalare;
passa dalle mie alle tue mani
e starà dove la metti.
Tu non metterla troppo alla luce,
ma nemmeno troppo all'ombra;
non darle troppa acqua,
ma non dargliene troppo poca.
Lei 
lo vedi come sta quieta:
è disposta a tutto:
lascia che le cose accadano
ed è disposta a trovare in ogni cosa
qualcosa di bello.