mercoledì 9 maggio 2012

ringraziare desidero-percorsi di leggerezza alchemica


PROGETTO: RINGRAZIARE DESIDERO

Questo è uno stralcio della poesia di Jorge Luis Borges e rappresenta un PROGETTO: 

Ringraziare

 Ringraziare, per ogni cosa ci venga in mente, per ogni cosa il cuore senta... è una poesia aperta, come sottolinea Mariangela Gualtieri, alla quale lo stesso Borges invita a partecipare. E così, ai versi di Borges Mariagrazia ha aggiunto alcuni suoi e di altri poeti, Dante compreso. Io vi ho mischiato alcuni miei, e ancora, forse, ne aggiungerò. Così la poesia è diventata un contenitore di celebrazione... e invito te a partecipare al Progetto Ringraziare Desidero! Aggiungi i tuoi versi, il tuo grazie così come ti viene. Partecipa per creare!

video QUI

Ringraziare desidero il divino
per la diversità delle creature
che compongono questo singolare universo,
per la ragione, che non cesserà di sognare
un qualche disegno del labirinto
e l'uccello leggero che vola oltre, più in alto, più su.
Ringraziare desidero per l’amore, 
che ci fa vedere gli altri come li vede la divinità,
per il pane e il sale,
per il mistero della rosa
che prodiga colore e non lo vede.
Ringraziare desidero
per l’arte dell’amicizia,
per l’ultima giornata di Socrate,
per le parole che in un crepuscolo furono dette
da una croce all’altra,
per i fiumi segreti e immemorabili
che convergono in noi,
per il mare, che è un deserto risplendente
e una cifra di cose che non sappiamo
per il prisma di cristallo e il peso di ottone,
per le strisce della tigre,
per l’odore medicinale degli eucaliptus,
e la speranza, la fiducia, la lavanda.
Ringraziare desidero
per il linguaggio, che può simulare la sapienza,
per l’oblio, che annulla o modifica il passato,
per la consuetudine,
che ci ripete e ci conferma come uno specchio,
per il mattino, che ci procura l’illusione di un inizio,
per la notte, le sue tenebre e la sua astronomia,
per il coraggio e la felicità degli altri,
per la patria, sentita nei gelsomini
per lo splendore del fuoco

che nessun umano può guardare senza uno stupore antico
e per il mare che è il più dolce fra tutti gli dei.
Ringraziare desidero perchè
sono tornate le lucciole,
le nuvole disegnano,
le albe spargono brillanti nei prati,
e per noi
per quando siamo  ardenti e leggeri
per quando siamo allegri e grati.
Io ringraziare desidero per la bellezza delle parole, natura astratta di dio
per la lettura e la scrittura,  che ci fanno sfiorare noi stessi e gli altri
per la quiete della casa,
per i bambini che sono nostre divinità domestiche
per l'anima, perchè consola il mio girovagare errante,
per il respiro che è un bene immenso,
per il fatto di avere una sorella.
Io ringraziare desidero
per tutti quelli che sono piccoli liberi e limpidi
per le facce del mondo che sono varie
per quando la notte si dorme abbracciati
per quando siamo attenti e innamorati, 
fragili e confusi,
cercatori indecisi.
Ringrazio dunque
per i nostri maestri immensi
per tutti i baci d'amore,
e per l'amore che ci rende impavidi.
Per i nostri morti 
che fanno della morte un luogo abitato,
e per i nostri vivi, che rendono la vita uno specchio fatato.
Per i figli,
col futuro negli occhi,
perchè su questa terra esiste la musica,
per la mano destra e la mano sinistra, e il loro intimo accordo
per i gatti per i cani esseri fraterni carichi di mistero,
per il silenzio che è la lezione più grande
per il sole, nostro antenato.
Ringraziare desidero
per Whitman e Francesco d’Assisi, che scrissero già questa poesia,
per il fatto che questa poesia è inesauribile
e si confonde con la somma delle creature
e non arriverà mai all’ultimo verso
e cambia secondo gli uomini.
Ringraziare desidero

per i minuti che precedono il sonno,
per il sonno e la morte,
quei due tesori occulti,
per gli intimi doni che non elenco,
per la gran potenza d'antico amor
per amor che muove il sole e l'altre stelle
e muove tutto, in noi....






11 commenti:

  1. COGLI L’ATTIMO
    Cogli l’attimo di meraviglia
    che sorge
    nascosto dietro ogni cosa.
    Nel silenzio della bellezza
    imparalo a memoria
    e conservalo..
    Ricordatene
    quando il bisogno si farà pressante.
    Concedilo
    a te e agli altri
    affinché diventi
    prezioso dono
    condiviso
    e ringrazia
    l’esistenza
    sempre.

    RispondiElimina
  2. E AGGIUNGO:

    ringraziare desidero
    per la delicatezza della vita
    quando ci parla con tratto di matita appena accennato,
    per non rovinare il foglio

    RispondiElimina
  3. Ringraziare desidero
    per l'inchiostro che scorre sul foglio,
    per il fruscio della penna
    per le parole che sgorgano dal profondo dell'anima
    e per i silenzi, presagio di nuove, inedite parole
    che ancora non so di possedere.
    Ringraziare desidero
    per i pensieri,
    che a volte scorrono leggeri come nuvole impalpabili veloci
    a volte pesanti come sassi e acuminati come lame di coltello
    a volte briosi enigmatici sfuggenti inquieti gioiosi
    sempre testimoni del mio esistere
    nel qui ed ora.
    Ringraziare desidero
    per i moti dell'anima
    per il suo sentire
    e intuire la giusta direzione da percorrere.
    Ringraziare desidero
    per quell'attimo infinitesimale,
    ma eterno,
    in cui ho avvertito il suono della natura,
    il vibrare dell'erba e dei fiori
    e mi sono sentita immersa nel loro esserci, semplicemente,
    nella loro gioia vitale e limpida.
    Ed io con loro, naturalmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bello... io ringrazio per questo commento così arricchente

      Elimina
  4. Grazie a te, Elena, ci siamo viste mercoledì scorso e sto lavorando sulle tue meravigliose suggestioni, sicuramente ci vedremo presto...
    grazie per questo bellissimo progetto, le tue idee mi trovano in completa risonanza!!!
    Patrizia

    RispondiElimina
  5. grazie di esserci stato nella mia vita; per i libri, la sapienza, la musica; per la tenerezza e l'umorismo; per il tuo sguardo perso e amorevole. per il coraggio del sogno.

    RispondiElimina
  6. Ringraziare deidero, le cose e la loro immobilità', i pensieri che arrivano come qualcosa di nuovo, come un antico mistero che ci risveglia. Ringraziare a volte nel buio desidero le cose comuni del vivete, aspettare qualcuno o qualcosa, ringraziare desidero le cose che vanno, continuano, come un inno di salvezza al dolore.

    RispondiElimina
  7. Ringraziare desidero per la Partenza e per il Ritorno, per Baudelaire e per il silenzio e per l'attesa che non finisce mai

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Grazie per immagini natura vita. E occhi per vedere.

    RispondiElimina