lunedì 3 novembre 2014

Quando la Giustizia è "cattiva" - L'arcano della GIUSTIZIA





Che sia chiaro a tutti: io non sono risolta su questa questione, affatto. Io sono molto arrabbiata e triste per la sentenza Cucchi, e in generale ogni volta che percepisco l'ingiustizia di un atteggiamento sopraffatorio del forte sul debole, a prescindere dai torti e dalle ragioni, a prescindere dalle logiche e dai ragionamenti e a prescindere se parliamo di esseri umani contro altri esseri umani o di esseri umani contro animali.
Al di là del merito, è il metodo che trovo intollerabile, la mancanza di rispetto per l'altro che esalta il potere attraverso la paura e la violenza. 
E sempre per essere chiara e sincera, io smentirei volentieri me stessa e adotterei la stessa violenza e sopraffazione per riscattare l'ingiustizia che mi fa fremere di indignazione, quindi ammetto pubblicamente di non essere per niente in equilibrio rispetto al concetto di autorità e di chi la detiene.

Ciò premesso, per quanto la strada sia lunga e ostico il percorso, so che di percorso si tratta. So che io, noi, tutti, siamo qui per imparare a cogliere il confine sottile tra la pratica della vita di tutti i giorni e la visuale più espansa del nostro Sè. E' un filo sottile che necessita di essere sempre tenuto nel palmo della mano, come un palloncino da non fare scappare via, per riuscire ad applicare proprio qui, nella cruda realtà, quel senso di consapevolezza espansa che rende il cammino meno penoso, dandogli un senso, e il passo meno incerto e più leggero.

E adesso vi lascio alle considerazioni sull'Arcano della GIUSTIZIA da TAE Tarologia Archetipale Evolutiva 

 

Nessun commento:

Posta un commento