lunedì 5 gennaio 2015

Quando la pioggia è leggera






E aspiette che chiove

l'acqua te 'nfonne e va


tanto l'aria s'adda cagna...







l'aria si deve cambiare, lascia quindi che l'acqua ti bagni e scorra via...

Una grande lezione in un verso memorabile di una canzone storica di Pino Daniele. 
C'è poco da aggiungere: Pino è morto stanotte, stroncato da un infarto come l'altro grande amico Massimo Troisi. 
Io c'ero, in quella Napoli degli anni '80, nel momento peggiore della sua storia di degrado urbano e, contraddittoriamente come sempre, nel momento dell'emergere del genio di due giganti dell'arte: Massimo il poeta e Pino il musico. Queste due anime hanno scritto la storia nei cuori di una generazione di ragazzi, napoletani e non, che hanno assaporato la bellezza attraverso loro, quando la bellezza, pur presente sempre, era maggiormente nascosta agli occhi. Sono le persone che oggi conservano quella bellezza nell'anima, e che vivono con riconoscenza e amore per chi ha saputo testimoniarla.

Ma se tutto questo è vero, se il ricordo è vivo dentro, è importante che sia vivo anche fuori. Gente che ascoltava YES I KNOW MY WAY, in alto i cuori e non smettiamo di credere che  cambiare si può! Lasciandoci lavare dalla pioggia.... 

Ciao Pino

#pinodaniele
   
le radici sono strana cosa
sembra che muoiano
senza continua acqua
poi al dolore, d'un tratto
salgono forti a stringerti il cuore

09.1.15 a Pino

Nessun commento:

Posta un commento