venerdì 7 aprile 2017

PILLOLE DI PENSIERO QUANTICO




E' tempo di quanti... tempo di osare nuove strade. Giochiamo?



LA LEGGE DELLA SINTONIA 


In tanti conoscono la Legge di Attrazione: quello che emani torna indietro. 

Questa legge fa credere che noi siamo dei magneti che attiriamo quello che desideriamo. 
In realtà, quello che davvero accade è che 
ci sintonizziamo sulla realtà desiderata, e non attiriamo assolutamente nulla

La stragrande maggioranza è davvero convinta che basti semplicemente pensare positivo o ripetere come un pappagallo una frase durante la giornata per attirare la positività o la nuova realtà. Ma davvero sei convinto che basti ripetersi qualcosa (anche se profondamente hai paura che accada il contrario) per far si che l’Universo soddisfi le tue richieste? Se fosse davvero così, ti sei mai chiesto perché a volte funziona e altre volte no? 

Probabilmente vuol dire che bisogna approfondire la Legge della Sintonia

Le nostre emozioni e il nostro programma mentale inconscio ci sintonizzano sul tipo di realtà che (inconsapevolmente) crediamo reale. 
Nessun pensiero razionale ha il potere di attivarla

Se sei arrabbiato, ti sposti su un ramo di realtà abitato da eventi che ti porteranno altra rabbia; se sei sinceramente felice, andrai a sintonizzarti su una realtà piena di felicità. Ovviamente, se sei pieno di credenze negative, di paure e ansie, ti sintonizzerai (senza volerlo consapevolmente) sul quel tipo di realtà nefasta. Infatti, molti affermano che devi ripeterti frasi positive per “attirare” (ma non attiriamo nulla) cose positive. 

La storia della ripetizione funziona solo se pensiero razionale e inconscio sono allineati

Ma se hai credenze profonde limitanti che lavorano contro la tua volontà razionale, ripetersi una frase positiva o immaginare tutti i giorni la realtà desiderata non serve a nulla: comunque 
ti sintonizzerai sulla realtà che il tuo programma inconscio desidera.

Il Focus Universale è una capacità che usavamo molti millenni fa. E’ dentro di noi, la usiamo in minima parte, ma è lontana anni luce dal suo potere reale. Esiste una specifica volontà che vuole tenere segreto questo Focus alla massa. È meglio raccontare loro che ci sono pochi essere umani che hanno il privilegio di fare da intermediari con il divino. Per costoro, la massa deve essere un semplice gregge da tenere in un recinto e da portare a spasso con il cane da pastore sempre pronto a rimettere in riga la pecora che decide di andare fuori dal gregge. 

Cerchiamo di capire insieme come funziona il Focus Universale.
Come primo passo voglio sfatare il mito assurdo che basti pensare qualcosa per materializzarlo. Infatti, molti obbiettano: “Se tutto dipende dalla nostra coscienza, perché quando visualizzo un fascio di banconote, queste non si materializzano?”.Vedremo che questo non è possibile per tre motivi principali: 


1. Nell'esempio di sopra si sta usando il Focus Ordinario (quindi, non quello Universale). 

2. Nella linea di vita che abitiamo è impossibile infrangere le leggi fisiche conosciute. Per questo motivo non è possibile materializzare qualcosa dal nulla. 
 
3. Pensare che basti pensare qualcosa per materializzarlo dal nulla va contro il sistema di credenze che ci dice come funziona la realtà che abitiamo. Non è possibile (o è estremamente difficile) fare qualcosa che crediamo (profondamente e realmente) irrealizzabile. 

Occhio a non confondere quello che pensi di credere razionalmente/consapevolmente e quello che credi realmente/profondamente. Questo è l’errore che molti neofiti commettono. 


Il Focus è la somma del desiderio e dell'azione.

In altre parole, quando desideri qualcosa agisci concretamente per manifestare quello che era un semplice pensiero nella tua testa

Ogni giorno sperimenti questo tipo di esperienza, senza la quale la tua vita sarebbe passiva e simile a quella di un vegetale. Questo tipo di Focus amo definirlo Ordinario. In maniera più specifica si manifesta grazie all'impiego delle tue personali forze sulla tua unica linea di vita. Non ti appelli a nessun intervento divino, ma solo a quello che sei in grado di fare. Ad esempio, se hai in mente di comperare un automobile, vai dal concessionario, firmi il contratto e sei al volante dell’oggetto dei tuoi desideri. Oppure, se non hai sufficienti soldi, ti rivolgi ad una finanziaria o aspetti di averne a sufficienza per comperarla. Pertanto, la desideri, usi le tue forze e comperi l'auto. Nulla di trascendentale. Non è che il semplice desiderio la fa materializzare dal nulla: questo non è possibile in quanto ti stai muovendo sulla tua linea di vita dove è impossibile infrangere le leggi fisiche. Infatti, non a caso stiamo parlando di Focus Ordinario. Molte tecniche di sviluppo ed eccellenza personale non fanno altro che applicare questo tipo di Focus grazie a questionari, visualizzazioni e analisi di costi/benefici/risorse. 

Il Focus Universale, invece, si realizza quando fai qualcosa grazie all'aiuto dell'Energia Universale e ti collochi su altre linee di possibilità (quindi, ti sposti dalla tua linea di vita). 
Questo tipo di Focus è presente quando riesci a manifestare un desiderio che va oltre le tue normali possibilità

Ad esempio, se decidi di trovare immediatamente parcheggio libero (non a pagamento) in pieno centro a Milano durante un normale giorno della settimana, le tue possibilità sono molto scarse: l'obiettivo non è completamente sotto il tuo controllo e per quanto tu possa sforzarti non è detto che tu ci riesca. Anzi, oserei affermare che è un desiderio davvero difficile da manifestare con il Focus Ordinario. In questi casi entra il ballo quello Universale: semplicemente ti aspetti di trovare parcheggio senza dubbi o esitazioni. Per applicare questo tipo di Focus devi avere lo stesso atteggiamento che hai quando decidi di prendere un caffè sotto casa: lo desideri, ti vesti e vai a berlo. Non vi è nessun dubbio sul fatto che tu possa sorseggiarlo, nessun desiderio esagerato o timore che non possa manifestarsi: lo desideri e vai a prenderlo. 

Bene, uno dei più grandi errori che commettono molti autori su questo argomento è dire di desiderare costantemente e in maniera spasmodica il nostro desiderio. Perché è un errore? Per tre motivi principali: 

1. Se ti limiti a desiderare, non stai applicando il Focus Universale (ma neanche quello Ordinario) perché l'azione è necessaria

2. Un eccessivo desiderio nasconde la paura di non ottenerlo, dubbi o incertezze. Per la legge della Sintonia, ti stai sintonizzando sul ramo di realtà delle paure/dubbie/incertezze

3. Non stai applicando la legge della Bipolarità: prima si desidera e poi ci si distacca per far scorrere l’energia


Quindi, il Focus Universale si applica con la stessa tranquillità di quando decidi di andare a prendere un caffè al bar sotto casa

vincenzo fanelli


Nessun commento:

Posta un commento